La Verità online. Cosa è successo tra attacchi palestinesi e reazione israeliana. Letture molto diverse tra Salvini e Farnesina

il

E’ sempre più tesa la situazione nella Striscia di Gaza. Tutto
comincia con l’offensiva scatenata contro Israele – a partire dalla
notte tra mercoledì e giovedì – da Hamas, il gruppo terrorista ormai
egemone nel campo palestinese: in circa ventiquattr’ore di attacco,
sono stati lanciati 180 missili, che avevano bersagli indiscriminati,
incluse case e fabbriche, e che hanno prodotto una ventina di feriti,
tra cui una donna – una lavoratrice thailandese – in condizioni gravi.
Per la prima volta da quattro anni, un missile palestinese è arrivato
nella zona di Be’ er Sheva. Obiettivo principale è stata la città di
Sderot. Secondo i media locali, dopo questa pioggia di attacchi, il
40% dei bimbi della zona israeliana colpita manifesta sintomi di ansia
e disturbi psicosomatici tipici delle situazioni post-trauma. Anche
centinaia di adulti sono stati portati in ospedali e nei centri medici
in condizione di choc.

Naturalmente non si è fatta attendere la reazione dell’esercito
israeliano, che si è concentrata su 150 obiettivi di Hamas nella
Striscia. La stampa italiana ha sottolineato in particolare la
distruzione di un palazzo di cinque piani: omettendo però di ricordare
che il palazzo ospitava il quartier generale delle forze di sicurezza
interne del gruppo terroristico. Come sempre, infatti, l’esercito
israeliano ha mirato la sua azione su obiettivi militari: tra questi,
oltre al palazzo citato, una fabbrica di componenti per tunnel, un
deposito di armi, una zona usata dal comando navale di Hamas. Nel
campo palestinese, si contano tre morti.

E’ particolarmente significativa la tempistica dell’attacco di Hamas,
proprio mentre in Egitto sarebbero in corso i colloqui di
riconciliazione tra i diversi gruppi palestinesi. Non è difficile
leggere il tentativo di Hamas di scaricare su Israele ogni
responsabilità per l’andamento di quella difficile e incerta sessione.
E’ altrettanto chiaro che l’esercito israeliano è pronto a rispondere
ancora, se necessario, senza escludere un’operazione su scala più
vasta nella Striscia di Gaza.

Sul versante italiano, ci sono almeno due aspetti da sottolineare. Sul
piano mediatico, la consueta equiparazione – da parte dei mainstream
media – tra la democrazia israeliana e i terroristi di Hamas, di fatto
messi sullo stesso piano. Anzi, molte cronache – scritte e audiovisive
– si sono concentrate pressoché esclusivamente sulla morte di una
donna incinta palestinese e di sua figlia, omettendo di spiegare la
dinamica della vicenda: attacco di Hamas, e successivo esercizio del
diritto di difesa da parte di Israele.

Sul piano politico, non è stata affatto notata una divaricazione
clamorosa tra la reazione del Ministro degli Interni Salvini e quella
della Farnesina. Il leader della Lega ha dichiarato di “seguire con
preoccupazione questa nuova fiammata di violenza partita da Gaza e
seguita dalla risposta difensiva di Israele, il cui diritto alla
sicurezza non può essere messo in discussione”. In poche righe,
Salvini ha messo nero su bianco due punti: la ricostruzione della
corretta cronologia degli avvenimenti, e la sottolineatura del diritto
di difesa da parte di Israele.

Si tratta della stessa chiave scelta dal Dipartimento di Stato Usa,
che ha indicato la “responsabilità dei gruppi terroristici che
dominano Gaza” e ha ribadito il “supporto americano al diritto di
Israele di difendersi”.

Ben diversa – ovattata e sostanzialmente equidistante tra Gerusalemme
e un gruppo terroristico classificato come tale anche dalla Ue – la
nota della Farnesina, che si è limitata a “esprimere profonda
preoccupazione”, a “condannare l’escalation”, e ad “auspicare che
prevalga la moderazione, che cessino le violenze e che il ‘cessate il
fuoco’ sia rispettato da tutte le parti coinvolte”. Che, come si vede,
vengono messe tutte sullo stesso piano: è evidente che il comunicato
di Salvini e quello del Ministero guidato da Moavero esprimono due
linee pressoché opposte di politica internazionale.

Daniele Capezzone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...