L’ULTIMA SUPERCAZZOLA: UN GOVERNO MORTO PRESENTA LA LEGGE DI BILANCIO UNA SETTIMANA PRIMA DELLE URNE E POI DIO PROVVEDE? OGNI GIORNO NUOVE FOLLIE. AUGURIAMOCI CHE AL QUIRINALE QUESTE BARZELLETTE NON PIACCIANO…- Giuditta’s files, la newsletter di Daniele Capezzone, numero 259, 25 maggio 2017

il

L’ULTIMA SUPERCAZZOLA: UN GOVERNO MORTO PRESENTA LA LEGGE DI BILANCIO UNA SETTIMANA PRIMA DELLE URNE E POI DIO PROVVEDE?

OGNI GIORNO NUOVE FOLLIE.

COME SI PUÒ PENSARE DI VOTARE IL 22 OTTOBRE CON UN ESECUTIVO DEFUNTO CHE POCHI GIORNI PRIMA DEPOSITA UNA FINANZIARIA FIGLIA DI NESSUNO?

AUGURIAMOCI CHE AL QUIRINALE QUESTE BARZELLETTE NON PIACCIANO…

SECONDO SEMESTRE 2017 COME FINE-1992, A UN PASSO DAL DEFAULT?

 

Dunque, l’ultima di ieri sera (ne trovate traccia sui giornali di stamattina) è la seguente, da parte del partito dello sfascio.

Dinanzi all’obiezione secondo cui con il voto il 24 settembre sarebbe a rischio la legge di bilancio (che va presentata entro il 15 ottobre, pena l’esercizio provvisorio), qualche stratega (renziano? berlusconiano?) avrebbe partorito questa “soluzione”: votiamo il 22 ottobre, così il Governo uscente deposita una finanziaria, e il Governo successivo la gestirà in Parlamento.

Speriamo che al Quirinale questo genere di barzellette non piacciano, e che un pugno di persone ragionevoli, ovunque collocate, vivano con fastidio quest’ultima supercazzola.

Ricapitoliamo i punti essenziali:

  1. È vero, questo Parlamento è bollito, e andrebbe sciolto oggi stesso.
  2. Per farlo, però, se non abbiamo dimenticato i nostri 2200 miliardi di debiti e i rischi che corriamo sui mercati, non basta approvare una legge elettorale purchessia, ma serve una legge “decidente”, che garantisca ragionevolmente un vincitore la sera del voto. Esattamente il contrario di una legge ultraproporzionale.
  3. Se si fa questo, cioè una legge capace di produrre una maggioranza, si può votare anche prima di subito: e anzi i mercati sarebbero rassicurati.
  4. Ma se invece (come pare vogliano Forza Italia e Pd) si approva un sistema concepito per impedire una vittoria e fotografare un pareggio, con successivi 2-3 mesi di estenuante trattativa (per poi partorire un Gentiloni-2 o qualcosa del genere), allora vuol dire che si scherza col fuoco.
  5. Come si può pensare che un Governo morto, a Camere sciolte, in pieno disbrigo degli affari correnti, presenti una legge di bilancio a futura memoria?
  6. E che finanziaria sarebbe? Quasi certamente una manovrina di galleggiamento, con qualche “pagherò” e molte pagine bianche.
  7. E se nelle settimane successive non si potrà formare una maggioranza parlamentare, che si fa, come si procede, come la si approva?
  8. E nel frattempo lasciamo scattare le clausole di salvaguardia per 18-19 miliardi?

Sarebbe l’ora di smetterla con le improvvisazioni e le approssimazioni da assemblea scolastica. Altrimenti gli ultimi mesi del 2017 potrebbero diventare simili alla fine del 1992, quando l’Italia arrivò a un passo dal default.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...