OGGI DUE QUESTIONI (O FORSE UNA SOLA…): IL “CASO-RENZI E IL “CASO-TRONISTI POLITICI” – Giuditta’s files, la newsletter di Daniele Capezzone – numero 187, 14 febbraio 2017

il

SCENARI – OGGI DUE QUESTIONI (O FORSE UNA SOLA…): IL “CASO-RENZI E IL “CASO-TRONISTI POLITICI”. 

SENZA IDEE, NON CI SONO LEADER MA SOLO TRONISTI. SIAMO CONDANNATI ALL’”EMO-TAINMENT”?

 

Ieri mattina, la Commissione Ue ha diffuso il suo outlook, dal quale l’Italia risulta (sia per l’anno passato che per il prossimo) il peggior paese europeo in termini di crescita, Grecia a parte. Poche ore dopo, a Roma, Matteo Renzi ha sgranato il rosario dei suoi successi, quasi fosse Tony Blair al decimo anno di crescita spettacolare.

Senza commento.

***

Con rare e meritorie eccezioni, lo spazio pubblico italiano è intasato – ben al di là del solo Renzi – non da leader ma da tronisti senza idee (o con idee malamente appiccicate qua e là), persi in un’egomaniacale ansia di autoaffermazione.

Intendiamoci, non voglio fare la parte di Cappuccetto Rosso nel bosco, e non sono così ingenuo da non sapere che oggi – in tempi di volatilità, di velocità, di 140 caratteri – a prevalere è una dimensione che definirei come “emo-tainment”: un mix di emotività ed entertainment, cioè la miscela dei talent-show, appunto.

Accade in tutto il mondo, si sa. C’è chi ha parlato di una “X-factorizzazione” della politica, per cui finisci per dare il tuo “like” a quello che una sera ti appare il più simpatico o il più vicino a te, senza badar troppo alle conseguenze.

Eppure, nel resto dell’Occidente, ferma restando l’inevitabile deriva della spettacolarizzazione, sullo sfondo le idee ci sono, eccome (e pure le “squadre”, i gruppi di riflessione e di elaborazione). Possono piacere o no, ma ci sono: visioni alternative, progetti competitivi, team che disegnano scenari e proposte. Qui da noi, invece, la sensazione è che tutta questa dimensione contenutistica (con rare eccezioni, ripeto: e, nel nostro piccolo, la nascita di Direzione Italia vuole essere una scommessa positiva da parte di Raffaele Fitto e di tutti noi) sia stata progressivamente espulsa. Peggio ancora: siccome espellerla del tutto pare brutto, allora si simula di averla. E nascono progettini più o meno raffazzonati, collage e patchwork assemblati in fretta e furia.

Attenzione, però. In questo modo, il prezzo da pagare è alto e doppio. Paghi una prima volta, in termini di pessima qualità delle scelte politiche. E paghi una seconda volta, perché a quel punto la contesa politica è ridotta a un “mors tua, vita mea”, a un gioco di eliminazione personale diretta in cui non contano idee e progetti, ma solo l’azzoppamento del rivale. E la parte più patetica è quella dei “ritorni”: in mancanza di nuovi “talenti”, si rimettono in circolazione vecchie glorie, al grido di “lei non sa chi ero io”…E’ saltata perfino la protezione dell’autoironia: un po’ tutti si prendono maledettamente sul serio, in misura inversamente proporzionale ala fragilità del progetto che hanno rappattumato. Sicuri che vada bene così?

***

APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA (IN AGGIORNAMENTO)

*Mercoledì ore 14.30 – Roma, via 4 novembre 149

Sarò ospite del “Coordinamento Free” per un dibattito su energia e ambiente nell’era Trump. Esporrò una “dissenting opinion” (realisticamente, nell’ambito del convegno, sarà una tesi del tutto alternativa…) a favore dell’ambientalismo di mercato e liberale, contro il catastrofismo, l’ambientalismo statalista e di sinistra, e la logica tasse/sussidi

*Mercoledì in Aula alla Camera

Intervento contro il decreto-legge su Mps e banche

*Giovedì mattina (da confermare): ore 9.30

Coffee-Break su La7

*Giovedì pomeriggio – ore 18 – Sede Umi (Unione monarchica italiana), Via Grazioli Lante 15 a

Mio intervento sul tema “Italia ed Europa tra Brexit e Trump”

http://www.monarchia.it/calendario.html

*Venerdì ore 11 – Grande Oriente d’Italia – Al Vascello

Intervengo alla conferenza “Una fiamma per la libertà” nel ricordo di Giordano Bruno

http://www.grandeoriente.it/al-vascello-il-17-febbraio-nel-ricordo-di-giordano-bruno/

*Sabato a Gorizia con Renzo Tondo e gli amici del Friuli Venezia Giulia (presto i dettagli)

*Lunedì sera a Lugagnano Val d’Arda (provincia di Piacenza)

Sarò tra gli ospiti del sindaco Jonathan Papamarenghi per l’intitolazione a Luigi Einaudi della sala conferenze (presto i dettagli su ora, luogo e oratori)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...